SOTTOESTRUSIONE (UNDEREXTRUSION)

< Back to 3D PRINT QUALITY TROUBLESHOOTING GUIDE

Il firmware della stampante controlla la velocità della rotazione degli ingranaggi Bondtech dell’estrusore (tra le altre cose): è così che la stampante spinge il filamento fuori dall’ugello.

Ogni profilo nell’app PrusaSlicer contiene impostazioni che determinano la quantità di filamento che la stampante 3D deve estrudere. Tuttavia, poiché la stampante 3D non fornisce alcun feedback sulla quantità di filamento che esce effettivamente dall’ugello, è possibile che il filamento sia inferiore o superiore a quello previsto dal firmware. In tal caso, potresti notare degli spazi tra (o dentro) i livelli.

 

Il modo più affidabile per verificare se la stampante espelle una quantità errata di filamento è stampare un semplice cubo alto 20 mm con almeno 3 strati solidi nella parte superiore e inferiore. È possibile modificare queste impostazioni nella scheda “Impostazioni stampa” di PrusaSlicer. Nella parte superiore del cubo, assicurarsi che i 3 strati superiori siano collegati saldamente. Se ci sono spazi vuoti tra i tre strati, significa che l’estrusore non sta spingendo la giusta quantità di filamento.

La prima cosa da fare è verificare che l’ugello sia collegato correttamente e che non sia ostruito. Svitare l’ugello e utilizzare l’ago in dotazione per assicurarsi che il filamento passi senza intoppi.

Cold Pull: è una tecnica che consente di pulire l’ugello della stampante dal materiale rimanente rimasto bloccato o “bruciato” nell’ugello dopo le stampe precedenti. La procedura è semplice: preriscaldare l’ugello a 260 °, quindi inserire manualmente il filamento nell’estrusore e spingerlo finché non fuoriesce dall’ugello e fino a quando non spinge fuori completamente il filamento precedente. Disabilitare il riscaldamento e lasciare che la temperatura dell’ugello scenda alla temperatura ambiente. Quindi riscaldalo nuovamente a +/- 90-100 °. Una volta raggiunta questa temperatura, estrarre il filamento dall’estrusore tirandolo con forza usando una pinza. Quindi dovresti vedere sulla punta del filamento che è stato estratto i resti dei materiali precedenti o lo sporco che si sono depositati nell’ugello. È possibile ripetere questa procedura più volte per ottenere risultati migliori.

 

Pulire i Bondtech – Si consiglia di utilizzare grasso a base di litio (ad es. conrad.de o amazon.com/super-lube) o grasso al teflon. Tuttavia, fai attenzione a non usane troppo in quanto tende ad accumulare particelle di polvere nel tempo. Questa procedura deve essere eseguita all’incirca ogni 3-6 mesi, a seconda della frequenza con cui si utilizza la stampante. Ad esempio, se si stampa 24/7, è necessario controllare gli ingranaggi più frequentemente. La procedura è semplice: aprire l’Extruder-idler. Puoi vedere come farlo nei nostri manuali di assemblaggio, semplicemente disfa lo STEP 27 nel capitolo Assemblaggio dell’asse E. Rimuovere eventuali residui di filamento, ruggine o polvere con una spazzola e ispezionare entrambi gli ingranaggi.

Applicare del grasso al litio sui denti degli ingranaggi Bondtech dell’estrusore. È inoltre possibile ispezionare i cuscinetti a rulli all’interno. Tuttavia, questi non necessitano di particolari attenzioni, assicurati solo che siano entrambi inseriti correttamente.

Controllare il raffreddamento: assicurarsi che il raffreddamento funzioni correttamente come dovrebbe e che nessuna ventola sia bloccata, ad esempio, da un pezzo di filamento proveniente da una delle stampe precedenti.

Mantieni il filamento asciutto e lontano dall’umidità perché i filamenti umidi hanno un impatto negativo sulla stampa.

Non surriscaldare l’enclosure se la si utilizza, può anche essere la causa di queste problematiche.

50um nella MK3 può essere una risoluzione troppo alta per il tuo filamento e può causa di inceppamenti. Si consiglia di utilizzare solo filamenti di alta qualità, come Prusament.

Miniature: stampare miniature (come figure da 28 mm) può essere un po’ una sfida per una stampante FDM, ma è fattibile. È utile posizionare più oggetti uno accanto all’altro, di modo che l’ugello non rimanga per troppo tempo nello stesso punto. Ti consigliamo di stampare miniature con riempimento al 100%. Puoi anche provare a ridurre la velocità di stampa perimetrale a 32-35 mm/s e 22-22 mm/s per i perimetri esterni. L’altezza ottimale del livello è 0,07 nelle impostazioni di PrusaSlicer.

Ugello indurito: se si utilizza un ugello indurito, provare a sostituire l’ugello con l’ugello originale da 4mm ricevuto con la stampante e vedere se fa differenza.